WEB MARKETING vs MARKETING TRADIZIONALE

Web Marketing vs Marketing tradizionale. Il marketing è sul Web

In questo articolo, ci occuperemo del Marketing sul Web, quale risorsa strategica nel business contemporaneo, in particolare di piccole e medie imprese, ai fini della differenziazione competitiva.

Ovvero: perché oggi conviene promuovere la propria attività online: quali i vantaggi tecnico-economici rispetto ai media tradizionali?

“Web Marketing vs Marketing Tradizionale”

1.INVESTIMENTO
In primo luogo, il vantaggio di Internet rispetto ai media tradizionali è che esso rappresenta il canale più economico in termini di costi/benefici promozionali. A parità di investimento di budget si ottengono risultati commerciali (crescita della visibilità e della conoscenza del brand, nuovi contatti e clienti, creazione e gestione della relazione con essi, aumento delle vendite) di gran lunga maggiori (fino ad un rapporto 10 a 1) rispetto a tutti gli altri media, anche i più potenti, quali stampa, tv e radio. Le caratteristiche di seguito enucleate ne spiegano il motivo.

2.DURATA VISIBILITA’
S‘intende quanto tempo la promozione è visibile agli occhi dell’utenza. La pubblicità murale è temporanea, i volantini hanno vita breve, spot radiofonici e televisivi e pubblicità su stampa sono strettamente legati all’aumento o meno del budget. Internet è clamorosamente vantaggioso da questo punto di vista: si pensi ad un sito, per esempio, che è raggiungibile 24 ore al giorno, 7 giorni su 7.

3.GEOLOCALIZZAZIONE
A
quale target geografico è destinata la campagna promozionale e da dove può essere visibile. Un cartellone pubblicitario o un volantino sono legati alla prossimità fisica rispetto ai destinatari. Radio e tv non vanno oltre i confini geografici, la stampa è vincolata alla lingua. Un sito Web è raggiungibile da qualsiasi angolo del pianeta, con vari mezzi (PC, Telefonino, Iphone, Palmari, SmartPhone, Console di gioco, etc.) e in varie lingue.

4.IMPATTO AMBIENTALE
Quanto incide il canale pubblicitario sull’ambiente. Al contrario la carta stampata ed in particolar modo il volantinaggio hanno un pessimo impatto ambientale, sia per quanto riguarda l’utilizzo della carta e di inchiostri inquinanti sia per la loro dispersione nell’ambiente. Invece le fiere risultano mediamente inquinanti per via dell’energia indispensabile per spostare visitatori ed espositori dalle proprie sedi al padiglione fieristico. Internet, non ha alcun impiego diretto di materia prima e scarti di produzione.

5.PROFILAZIONE UTENZA
I mezzi tradizionali sono unidirezionali e, rivolti alla massa, propongono una comunicazione indifferenziata. Internet, quale strumento interattivo, si presta ad una fruizione personalizzata e dà la possibilità di selezionare i vari destinatari in funzione delle loro esigenze e caratteristiche specifiche. La promozione online si caratterizza quindi per l’elevata targettizzazione in quanto permette di essere visibili nel momento in cui il cliente manifesta una specifica esigenza, effettuando attivamente la ricerca delle informazioni sui motori di ricerca.

6.BACINO UTENZA
R
ispetto ad ogni altro mezzo, la cui comunicazione è limitata nel tempo e nello spazio, il bacino di utenza potenziale del Web è praticamente infinito essendo Internet disponibile su tutto il pianeta, ed in modo perenne.

7.MISURABILITA’
C
on Internet, grazie al tracciamento delle statistiche di accesso al sito, è possibile scoprire il comportamento degli utenti, come sono giunti sul sito, quali pagine hanno visto e quali azioni hanno compiuto. In questi termini, il business online risulta essere il primo canale promozionale così facilmente misurabile e con elevata precisione, impareggiabile rispetto a tutti gli altri canali pubblicitari. Si ha la possibilità di individuare i profili caratteristici dei consumatori/utenti, come attraverso le ricerche statistiche su cui le grandi aziende hanno a lungo investito ingenti somme. Allo stesso tempo, diventa possibile definire quanto, in tempo di crisi, diventa ovviamente la prima preoccupazione: il ritorno sull’investimento (ROI) che una campagna di comunicazione è in grado di dare e che, attraverso i media tradizionali, può essere solo approssimativamente stimato, in base ad una serie più o meno astratta di variabili.

8.FLESSIBILITA’
U
n sito dinamico permette di generare e modificare contenuti a piacimento, così come tutte le attività di promozione online. Gli altri canali hanno tempi di reazione molto più lenti sia in fase di realizzazione e sviluppo delle modifiche sia in fase di attuazione delle stesse.

9.INTERATTIVITA’
I canali tradizionali (a parte le fiere dove è presente subito il contatto diretto fra persone) presentano una comunicazione unidirezionale, l’azienda comunica il suo messaggio al potenziale cliente che non può replicare o interagire in alcun modo. Al contrario il web permette all’utente, mediante alcune semplici tecnologie come chat e comunicator (Skype, Messenger, etc.), di comunicare e confrontarsi direttamente con chi propone il servizio/prodotto. Tutto questo avviene in tempo reale e in modo completamente gratuito.

10.VARIETA’ DI CONTATTO
S
oprattutto se si è già predisposti, la facilità di un contatto diretto determina definitivamente l’acquisto. La ‘distanza’ rispetto all’azienda che i mass media tradizionali fanno percepire richiede una certa motivazione ad agire, per comprare. Un sito web permette al cliente potenziale una vasta scelta di canali per contattare direttamente in modo più o meno conveniente il fornitore del servizio o del prodotto. Esempi: compilazione form online, recapiti telefonici, fax, email, recapiti postali, telefonate gratuite con Skype, chat gratis con Messenger e altri software simili.

11.PREDISPOSIZIONE ALL’AZIONE

Anche in questo caso il Web surclassa tutti i canali competitor in quanto “ribalta” la situazione di proposta; nel senso che è l’utente che trova l’offerta nel momento in cui la cerca perché ne ha bisogno. E’ già un potenziale cliente perché predisposto all’acquisto. Invece, tutti gli altri media tradizionali devono generare l’interesse ad un target che non manifesta alcuna esigenza evidente.

12.TASSI DI CONVERSIONE MEDI
S
i tratta delle percentuali di conversione medi che ogni canale può generare. Per conversione s’intende un contatto mirato/pertinente, una richiesta di preventivo oppure una vendita diretta. Naturalmente il web, vista l’elevata predisposizione all’azione derivante dalla profilazione degli utenti, ha tassi di conversione decisamente superiori rispetto a tutti gli altri media tradizionali.

Web Marketing VS Marketing tradizionale

Web Marketing VS Marketing tradizionale

Call Now ButtonCHIAMA ORA!

Iscriviti alla nostra Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle News di settore, consigli e Promozioni!

La tua iscrizione è avvenuta con Successo